Tiramisù,la ricetta classica

Il tiramisù è senza ombra di dubbio il dolce più amato e apprezzato da tutti gli italiani,ed è il dolce internazionalmente più conosciuto. Nel corso degli anni sono nate innumerevoli varianti ma il tiramisù nella sua veste classica è a mio avviso imbattibile.

Se anche voi amate questo dolce ecco la mia modesta versione che spero vi piaccia… 😆

Tiramisù,la ricetta classica

 

Ingredienti:

Tiramisù,la ricetta classica

  • Savoiardi(la quantità varia a seconda degli strati e della dimensione della pirofila che utilizzate)
  • caffè quanto basta( io per due strati una moka da sei)
  • 1 bicchierino marsala

per la crema:

  • 2 uova medie
  • 6 cucchiai di zucchero
  • 500 ml di panna per dolci+1 cucchiaio raso di zucchero a velo (io di solito prendo quella vegetale già zuccherata)
  • 1 pizzico di sale

per decorare:

  • cacao amaro in polvere

Come preparare il tiramisù:

Preparate almeno una macchinetta di caffè da 6 e mettetelo da parte.

Separate gli albumi dai tuorli.

Montate gli albumi con un pizzichino di sale a neve fermissima.

Lavorate i tuorli con lo zucchero finché sarà spumoso e avrà preso un colore molto chiaro.

Montate anche la panna,se utilizzate una panna non zuccherata aggiungete 1 cucchiaio raso di zucchero a velo.

Incorporate al composto di tuorli e zucchero il mascarpone,e lavorate il tutto finchè la crema sarà liscia.

Aggiungete gli albumi mescolando dal basso verso l’alto,infine aggiungete la panna e amalgamate il tutto.Tiramisù,la ricetta classica

In una pirofila stendere uno strato di crema e adagiatevi sopra uno strato di savoiardi imbevuti nel caffè in cui avrete versato il bicchierino di marsala.

Coprite con uno strato di crema.Ripetete l’operazione per tutti gli strati che volete ottenere,io in genere ne faccio solo due ma ovviamente dipende dalle preferenze personali.

Spolverate l’ultimo strato con il cacao amaro e mettete in frigo per almeno 3 ore prima di servire.

Consigli per una perfetta riuscita:

Tiramisù,la ricetta classica

Tenete la panna in frigo per almeno 24 ore nel punto più freddo e se vi è possibile anche il contenitore e le fruste che utilizzerete per montarla.Questo è un consiglio valido soprattutto nelle stagioni calde ma anche in inverno vi faciliterà il lavoro.

I savoiardi sono molto spugnosi quindi vi basterà un passata veloce nel caffè in questo modo riuscirete a maneggiarli meglio e non saranno troppo spappolati,volendo si possono sostituire con i pavesini.

Se dovete prepararlo per i bimbi potete sostituire il caffè con il latte.

Precedente Tortino di zucchine e stracchino Successivo Paccheri ripieni alla napoletana con funghi, ricotta e salsiccia

Lascia un commento