Come fare l’impasto di base per gli gnocchi di zucca e patate

 

Questa è la mia modesta ricetta per come fare l’impasto di base per gli gnocchi di zucca e patate,veramente molto semplice da replicare in casa.Gli gnocchi di zucca,sono ormai entrati a far parte anch’essi della tradizione italiana.Facili da fare sono una gustosa alternativa.Si accompagnano bene con diversi condimenti,ma a mio modesto parere danno il massimo con formaggi,salsiccia,funghi

Cenni storici:

Gli gnocchi sono,probabilmente,la prima forma di pasta che il genere umano ha conosciuto.Anticamente erano di farina o semolino.

Il termine gnocco,sembra derivi dal longobardo medioevale”knohha”,ovvero nodo,nocca e definisce un qualsiasi impasto di forma tondeggiante.Per avere quelli di patate,come e facile immaginare, bisogna attendere la scoperta dell’America.

Il merito di aver creato il primo piatto di gnocchi con le patate,internazionalmente riconosciuto,sembra vada a un cuoco di Sorrento.tale cuoco,unendo patate,farina e uova con un condimento semplice ma unico come,pomodoro,basilico e mozzarella,creò quello che noi conosciamo come gnocchi alla sorrentina.

Quelli di zucca,invece,sembra,siano un’eredità della Lombardia rinascimentale.

Venivano impastati,originariamente,con mollica di pane,latte e mandorle tritate,con l’aggiunta di ingredienti diversi che ne determinavano anche il colore.Spinaci o bietole per quelli verdi,e zucca e zafferano per quelli gialli.Utilizzati,principalmente,nei banchetti,erano chiamati zanzarelli.

A partire dal 600 il pane e le mandorle dell’impasto,vengono sostituiti con farina e uova e chiamati malfatti.

Curiosità:

Gli gnocchi,sono un piatto che gli italiani hanno esportato in tutto il mondo.In sud America è diventato addirittura simbolo di prosperità mettere sotto ai piatti di portata una moneta in segno di buona fortuna.

Molti sono i detti di uso comune che riguardano questa tipica preparazione,tra cui”giovedì gnocchi,venerdì pesce”o”ridi,ridi,che mamma ha fatto i gnocchi”.Espressioni gergali,tipiche romanesche.

Infatti,proprio a Roma. resistono,tutt’oggi,osterie che continuano a seguire la tradizione di servire questo piatto il giovedì.

 gnocchi di zucca

Ingredienti per gli gnocchi di zucca

 gnocchi di zucca

  •  200 g di patate a pasta rossa
  • 250 g zucca mantovana
  • 1 uovo
  • 100 g farina 00(indicativa va considerata in più,quella per infarinare la spianatoia e quella eventuale se zucca o patate risultano troppo acquose)
  • sale

per 4 persone

Come fare gli gnocchi di zucca:

Tagliare la zucca in pezzi ,metterle dentro della carta di alluminio condite con olio sale e pepe e lasciate cuocere in forno per 15 / 20 minuti a 180 gradi.

Lessare le patate in abbondante acqua.

Su una spianatoia schiacciare le patate e la zucca,unite la farina e l’uovo con un pizzico di sale. gnocchi di zucca

Lavorate l’impasto finchè non sara omogeneo ,aggiungendo farina se serve.

Una volta pronto l’impasto,tagliatelo a strisce e formate dei rotoli.

 gnocchi di zucca

Tagliate i rotolini delle dimensioni che preferite ricordandovi di infarinare il piano di lavoro. gnocchi di zucca

A questo punto potete decidere se lasciarli cosi o se dargli la cosiddetta rigatura.Quest’ultima si può ottenere,come facevano le nostre nonne,facendo scorrere delicatamente ogni gnocco sui rebbi di una forchetta.

Gli gnocchi freschi possono essere congelati.Stendeteli su un vassoio ricoperto con carta da forno e spolverato di farina.Una volta congelati,trasferiteli velocemente in appositi sacchetti per il gelo.Si conservano per circa tre mesi.

Io sconsiglio di prepararli con largo anticipo o conservarli in frigo.Poichè tendono a rilasciare acqua,e vi ritrovereste con gli gnocchi tutti incollati insieme.

Consigli di cottura:

Portate a bollore abbondante acqua salata,considerate almeno 1 litro ogni 250 g di gnocchi.

Se dovete cuocerne tanti,meglio cuocerli a più riprese.In modo che l’acqua non perda il bollore,e gli gnocchi non si attacchino.

La cottura dello gnocco e piuttosto veloce.

  • Quando l’acqua bolle,mettete giù la pasta.
  • Aspettate che riprenda il bollore,girando delicatamente.
  • Dalla ripresa del bollore,fate cuocere,finchè gli gnocchi non vengono a galla.

Se utilizzate quelli che avete congelato,la procedura è la stessa.

Potete metterli nell’acqua bollente senza scongelarli,ci vorrà solo qualche minuto di cottura di più.

Scolateli e conditeli come preferite.Ma soprattutto buon appetito…..

 Per qualsiasi dubbio lasciatemi un commento…..

Lascia un commento